laser scanner

Webinar live Domande e Risposte su Topografia e Geomatica

In collaborazione con Paolo Corradeghini di 3DMetrica

Gli argomenti di questo webinar live gratuito

Topografia

Proveremo a rispondere ai tuoi dubbi nel mondo dei rilievi topografici con GNSS, droni, laser scanner, multisensor data fusion

Geomatica

Ci confronteremo sulle buone pratiche per rilievi allo stato dell'arte e al passo con i tempi

Droni

Tra poco entrerà in vigore il Regolamento EASA. Come cambierà il nostro modo di usare i droni in Topografia

Puoi rivedere il webinar anche tramite la registrazione su YouTube

Posted by The Staff in Topografia, 0 comments

Rilasciato FARO Scene 2019 e il nuovo firmware 6.4 per i laser scanner

Faro Scene 2019

CAM2 del Gruppo FARO ha rilasciato una nuova versione del software di lavorazione e gestione delle nuvole di punti ottenute da scansione laser3D : SCENE 2019.

Il vantaggio principale di questa nuova release consiste in un algoritmi di filtraggio degli oggetti in movimento: se prima la scansione della facciata di un edificio significava ore di lavoro per rimuovere le tracce lasciate da macchine e pedoni, ora SCENE rimuove questi oggetti in maniera automatica, al fine di produrre dati senza la presenza di elementi indesiderati. Quella che è una funzione pay-per-use in Autodesk Recap, è inclusa in SCENE.

Finalmente il software si allinea all'ultima serie S degli scanner terrestri Faro: supporta dunque la riscansione di target distanti; è stata ottimizzata il Virtual Reality Viewer che supporta l'esplorazione tramite Oculus Rift e HTC Vive; è presente la nuova funzione di creazione di immagini Laser High Dynamic Range (Laser-HDR™). È possibile armonizzare e collegare dati di scansione provenienti da fonti diverse, combinando dati tra tra CAM2 Focus e Freestyle.

Inoltre, utilizzando il software per controllare il laser scanner sul campo, sarà possibile sfruttare quasi il 100% della CPU a bordo strumento per efficentare i tempi di elaborazione della scansione fino al 50%.

Faro SCENE 2019: what's new

Firmware 6.4.0.1474

In data 28 gennaio 2019 è stato rilasciato anche il nuovo firmware per gli scanner terrestri Focus S e M. La nuova release introduce importanti novità: la prima è la retake picture: avete scansionato una parete ma lo strumento ha acquisito la fotografia mentre passava una gentil signora e la facciata rischia di colorarsi con i suoi capelli biondo platino? Adesso è possibile chiedere al laser scanner di riscattare le fotografie che presentano anomalie, naturalmente prima di spostare lo strumento. Bisogna ricordare che questa funzione, poiché agisce durante la registrazione dati, non completa la scansione finché non verrà premuto il bottone "Finalizza scansione": qualora si verificassero degli errori la scansione andrà persa completamente.

È possibile adesso selezionare impostare la velocità di acquisizione delle immagini: in precedenza in ambienti con poca luminosità la camera aumentava i tempi di esposizione, in questo modo rallentando il processo di acquisizione. Ora è possibile selezionare una modalità veloce, che alzando gli ISO della camera velocizza l'acquisizione del colore: attenzione, alzando gli ISO in ambienti bui potrebbe produrre artefatti sulla fotografia.

Il nuovo firmware ha inoltre velocizzato i tempi di scansione, così da generare un sensibile risparmio di tempo durante le operazioni sul campo.

    Legend
    1. Tuo nome (required)
    2. Tua email (richiesto)
    3. Oggetto
    4. Tuo messaggio
    5. Inviando il modulo autorizzi al trattamento dei dati contenuti nin esso contenuti, inclusi quelli personali art. 13 GDPR 679/16, per le finalità descritte, in accordo alla Privacy Policy che dichiari di aver letto
    6. Affinché questo modulo funzioni è necessario abilitare i cookie per il marketing nell'apposito pannello

    * Richiesto

    Nessuno dei dati inseriti nel form e inviati verrà conservato sul server o all'interno di questa piattaforma.

    [wpgdprc "By using this form you agree with the handling of your data by this website."]

    Posted by The Staff in News

    ArcheoDigital sponsor del MetroArchaeo 2017

    MetroArchaeo 2017

    Si sta svolgendo (23-25 ottobre) presso il Castello Carlo V di Lecce, la III edizione dell'Imeko Internazional Conference on Metrology for Archaeology and Cultural Heritage. L'evento si caratterizza per un elevato numero di interventi dei maggiori ricercatori e specialisti di Università e Centri di Ricerca a livello internazionale, sul tema della "metrologia", che non è soltanto misure metriche ma, dal sito del convegno

    Accurate and appropriate measured survey and imaging data is a fundamental requirement for the effective conservation, management and understanding of our cultural heritage.

    ArcheoDigital è da sempre impegnata sul tema dell'accuratezza e della precisione nel campo della documentazione di reperti e manufatti archeologici.

    Questo ci ha spinti a prendere parte a questa 3 giorni come società specializzata nel settore, presentando le nostre soluzioni, i nostri strumenti e la nostra esperienza nel campo dell'accuratezza metrologica.

    Inoltre, il giorno 24 ottobre alle ore 16:30, il nostro Amministratore terrà un intervento-tutorial sul tema "Best accuracy with aerial and terrestrial integrated technologies", durante la quale verranno illustrate le nostre pratiche di integrazione di rilievi strumentali effettuati con tutte le tecnologie oggi a disposizione, integrate anche con rilievi dall'alto tramite drone (in qualità di società riconosciuta ENAC per missioni CRO), al fine di ottenere un dato completo e puntuale in ogni sua parte. 

    ArcheoDigital at MetroArchaeo 2017 conference

    Insieme a noi sono presenti i nostri partner di MeSA Srl, amici e colleghi specializzati nel mondo del laser scanning declinato in ogni sua forma: Faro Focus 3D per i laser scanner terrestri, FreeStyle per l'handheld, ZebRevo RT per la scansione con tecnologia SLAM.

    Il nostro stand è esterno al convegno, pertanto può essere visitato senza la necessità di iscriversi all'evento: oltre alla bellissima location del Castello Carlo V potrete scoprire i nostri servizi nel mondo del rilievo applicato ai Beni Culturali, all'urbanistica, all'ingegneria civile e meccanica, e molto altro ancora.

     

    Posted by The Staff in News

    PROMO laser scanner GeoSLAM Zeb1

    GEOslam Zeb 1

    GeoSLAM Zeb1 è un laser scanner rivoluzionario in quanto è leggerissimo e si usa manualmente. La portabilità e la sua caratteristica lo rendono ideale per molti tipi di applicazioni dove velocità, morfologia e spazio non consentono lo stazionamento di uno strumento su treppiede. Interni di edifici, documentazione di incidenti stradali e scene del crimine, cave sotterranee, miniere, misurazione di edifici per le stime di vendita o aggiornamenti planimetrici semplificati: tutte queste e altre ancora sono le principali applicazioni dello Zeb1, che annullano le fastidiose zone d'ombra grazie al movimento dell'operatore, che camminando ad una velocità costante e predefinita è in grado di coprire centinaia di metri cubi in pochissimo tempo.

    Lo strumento registra automaticamente tutti i punti scansionati e non è neanche necessario possedere un computer potente: il servizio GeoSLAM Pay-as-you-go cloud processing demanda alla farm di GeoSLAM il compito di elaborare la nuvola di punti e restituire la cloud 3D pronta per essere usata in ambiente CAD o BIM e in tutti i software di point cloud post-processing.

    Laser scanner GeoSLAM Zeb1

    Caratteristiche tecniche

    • Data Acquisition Speed: 43,200 measurement points/sec
    • 3D Measurement Accuracy: +/- 0.1% (typically)
    • Maximum Range: Up to 30m (15m outdoors)
    • Laser Safety Class: Class 1 Eye Safe
    • Angular Field of View: +270 x ~100 degrees
    • Weight of Scanner Head: 665g
    • Dimensions of Scanner Head: 60 x 60 x 360mm

    Rilievo di edifici

    Facciamo un esempio: dobbiamo rilevare un complesso monumentale per redigere il capitolato della gara d'appalto. Non avendo planimetrie dettagliate o alzati puntuali pregressi, non è possibile calcolare l'areale su cui intervenire e approntare il progetto di restauro. Data la complessità del monumento, occorrono almeno 100 stazioni di scansione per realizzare il modello 3D, ovvero almeno 3 giorni di lavoro. Inoltre, si riducono in maniera significativa i dati persi a causa di stazioni di scansione saltate.

    Con lo Zeb1 e un operatore formato, questo tempo si riduce a meno di 1 giorno, poiché è in grado di registrare ambienti multi-dimensionali, ad es. quelli a più piani collegati con scale, consentendovi di ottenere dati per:

    • Measured building surveying
    • Scan to BIM
    • Heritage building mapping
    • Real estate valuations
    • Building footprints
    • Industrial plant surveys
    • Rapid scans for building demolition planning
    3d laser scan of a church - using GeoSLAM

    3d laser scan of a church - using Zeb1 © GeoSLAM

    GEOslam Zeb 1

    PROMO

    Il GeoSLAM Zeb1 è fuori produzione.

    Posted by The Staff in Archeologia